NEWS, EVENTI

LA CIPOLLA PAGLINA

LA CIPOLLA

La "CIPOLLA PAGLINA" di Castrofilippo diventa ingrediente essenziale per la riuscita di alcune prelibatezze locali come : la “Cipuddrata", la “Mpanata di Cipuddra", la “ Cipuddra a furnu" Cipolla in siciliano si pronunzia CIPUDDRA ma si deve scrivere CIPUDDA. Trattasi infatti di un fonema raro detto D CACUMINALE, un suono che si ottiene appoggiando la punta della lingua alla parte alta del palato (dal latino cacumen-cima) – Questo suono è presente solo in pochissime lingue come il siciliano, il Ladino (Trentino Alto Adige) e l’antico indiano. Altri esempi di D CACUMINALE sono: Iddu, Cavaddu, Bedda, ecc. ecc.

La Cipolla Paglina
La Cipolla Paglina, il territorio

IL TERRITORIO

Il Comune di Castrofilippo, in provincia di Agrigento, è da sempre noto per la produzione di una particolare varietà di cipolla ("CIPUDDRA" in dialetto castrofilippese) al punto da identificare gli abitanti di Castrofilippo come “CIPUDDRARA" (in dialetto, coltivatori di cipolle) in tutti i paesi limitrofi. La “CIPOLLA PAGLINA" di Castrofilippo è una varietà di cipolla,dolce e dalle dimensioni notevoli da 500 gr a oltre 2 kg, con bulbi dalla forma rotondeggiante o cuoriforme di colore bianco-brunastro,che è coltivata da tempo immemore; nel Comune di Castrofilippo si fa riferimento a questa tipica coltivazione già nel Catasto Borbonico del 1844. 

COLTIVAZIONE

La Cipolla Paglina è coltivata da tempo immemore; nel Comune di Castrofilippo si fa riferimento a questa tipica coltivazione già nel Catasto Borbonico del 1844. Da allora i criteri di coltivazione sono cambiati ben poco: si semina a settembre in semenzaio per trapiantare a mano le piantine ottenute (cipuddrina) già dal mese di novembre con una densità di ca. 20 piante metro quadrato. La coltivazione è assolutamente tradizionale:durante la stagione le erbe infestanti vengono eliminate manualmente con la zappatura, e all’occorrenza si effettuano delle irrigazioni di soccorso. Tutto il resto è affidato alla natura e alla qualità dei terreni.

Cipolla Paglina, la coltivazione
La Cipolla Paglina, stagionalità

STAGIONALITÀ

La raccolta a mano comincia a partire dal mese di Giugno dove la "CIPOLLA PAGLINA" viene raccolta con le foglie (caule) ancora verdi e continua fino ad Agosto, dove nella prima decade si svolge la tradizionale Sagra della Cipolla.
La “CIPOLLA PAGLINA" di Castrofilippo è un prodotto stagionale che si può trovare fresco da Giugno a Settembre, mentre i cipollotti (“ Cipuddretti") in genere a Marzo. 

PRESIDIO SLOW FOOD

I Presìdi sono progetti di
Slow Food che tutelano
Piccole produzioni di
qualità da salvaguardare,
Realizzate secondo
pratiche tradizionali.
www.presidislowfood.it

Cipolla Paglina, la coltivazione

CIPOLLA PAGLINA

ASSOCIAZIONE PRODUTTORI - CASTROFILIPPO

L’Associazione dei Produttori Cipolla Paglina - Castrofilippo è volta a promuovere, valorizzare e commercializzare il prodotto fresco e i trasformati. Dall’impegno e dalla caparbietà dei giovani agricoltori aderenti all’associazione, si cerca di dare il giusto riconoscimento ad un ortaggio che da anni viene apprezzato come prodotto fresco sulle tavole dell’hinterland agrigentino. La coltivazione di varietà che presentano una maggiore serbevolezza o conservazione ha quasi fatto abbandonare ai produttori la coltivazione della cipolla paglina.

L’azione di sensibilizzazione, di promozione e di patrocinio a titolo oneroso dell’Amministrazione comunale di Castrofilippo, che ha segnalato il 31 agosto 2013 alla fondazione Slow Food Italia e con la quale ha stipulato un contratto di collaborazione per l’attivazione del Presìdio il 15 dicembre 2015, mantenendo ferma la volontà di far nascere un progetto di tutela per la produzione di qualità di un prodotto coltivato secondo pratiche tradizionali come è la cipolla paglina, seguiti dagli incontri pubblici svolti col prof. Francesco Sottile,

Docente presso il dipartimento di colture arboree dell’Università di Palermo e consigliere nazionale di Slow Food, a cui hanno risposto positivamente un gruppo di produttori locali riunitisi in associazione, ha permesso la nascita del Presìdio Slow Food "Cipolla Paglina - Castrofilippo". Si tratta di giovani agricoltori che con impegno e abnegazione si impegnano nella coltivazione di un ortaggio destinato a scomparire dalla produzione locale perché commercialmente non remunerativa.

I produttori dell’associazione stanno cercando di recuperare e valorizzare questo prodotto, partendo dalla conservazione delle pratiche colturali tradizionali, fatte prevalentemente a mano, alla commercializzazione sia del prodotto fresco che del prodotto trasformato, aprendosi al mercato globale.

Dalla produzione tradizionale, potremmo definirla agricoltura eroica, tendente alla salvaguardia della biodiversità agricola, privilegiando i metodi di coltura tradizionali, dalla semina alla raccolta svolta a mano, passando per la zappettatura tra i filari, sfidando le regole ferree del mercato che privilegiano le forme, la produttività e la serbevolezza di altri prodotti, l’impegno profuso dagli associati mira a tutelare, preservare e tramandare un prodotto che per gusto, freschezza e adattabilità nei vari usi proposti ripaga degli sforzi nel preservare la biodiversità della cipolla paglina.

 

PRODUTTORI ASSOCIATI

Brucculeri Dario

Golden Grapes
0922 829 530
348 226 810 5
dario@goldengrapes.it

Lo Brutto Giuseppe

Azienda Agricola
335 7614530

lobrutto.giuseppe@gmail.com

Lo Brutto Salvatore

Azienda Agricola
347 658 321 7

salvatore.lobrutto2@libero.it

Sanfilippo Gerlando

Azienda Agricola
320 488 744 8

cammaffari@hotmail.it